Assicurazione, prezzi esorbitanti in Campania

Assicurazione Napoli e Campania

L’indagine seguente è stata condotta utilizzando due tra i comparatori di assicurazione più diffusi.

Il risultato è stato quello che si caratterizza ancora come una enorme disparità tra chi vive in Campania e chi vive nel resto d’Italia.

Per molte compagnie assicurative la Campania ed il Sud Italia sono state nel corso degli anni un bacino di utenza difficile, dove le truffe assicurative non erano affatto insolite, e situazione di traffico caotico innalzano i fattori di rischio.
A differenza di quanto si crede però la provincia più costosa d’Italia non è Napoli, ma Avellino, che registra un costo medio di premio assicurativo di 2500€ circa,  seguita da Napoli (2450€) e Salerno (2100€). Benevento risulta quindi essere la provincia meno costosa della campania con una media di circa 1700€ annuali.

CALCOLA PREVENTIVO ASSICURAZIONE

Assicurazione Napoli

PIU’ CONTROLLO E CALMIERE DEI PREZZI

Quello che ci si chiede è se con gli strumenti di controllo attuali (satellitari e scatola nera) si debba assistere a questa disparità di trattamento tra le diverse province.

Capiamo che possano incidere fattori di rischio come il traffico e diciamo la situazione sociale, ma provate a comparare una Rca sottoscritta ad Aosta con una napoletana, la differenza di prezzo è esorbitante!

 Certo Aosta ha una densità di popolazione di 39 abitanti per km²ed è una delle città più tranquille della nostra penisola. Ma se si confrontano una città come Napoli e una metropoli come Milano, il risultato è sempre lo stesso: i prezzi delle Rca Campane sono effettivamente molto più alte che nel resto d’Italia.

Assicurazione, disparità di trattamento in Campania

Quello che davvero infastidisce i campani è il fatto che l’automobilista che si trova stabilmente in 1a fascia da anni, deve comunque pagare il doppio, se non il triplo di chi vive altrove.

Forse sarebbe giusto iniziare ad abbassare i premi a quei cittadini del Sud virtuosi, allineandoli sulla media di quelli delle altre regioni.

Sarebbe un primo passo importante che valorizzerebbe chi non ha causato sinistri, ed ha un comportamento stradale corretto.

Allo scopo di denunciare la situazione sopra descrittà è nata una organizzazione che si chiama Mo Bast!

con lo scopo preciso di dare risalto alla disparità di trattamento tra automobilisti del Nord e quelli del Sud.

Related posts

Leave a Comment

cinque × quattro =